• Twitter Classic
  • YouTube Classic
  • Facebook Classic

    COSA SIAMO:

“...fammi rompere qualcosa, maggioranza ed anche opposizione,

                       sai non per la sfiducia ma è che mi son fatto un’opinione…… mia!”

 

        Si presenta così il primo lavoro del nuovo progetto discografico del gruppo aretino, reduce dall’esperienza oltre ventennale dei N.N.M.

Maleducazione ed irriverenza in un approccio non convenzionale alle tematiche dei testi, senza perbenismo od ipocrisia, crudo, sfacciato e dritto al segno, libero dal filtro opaco del politicamente corretto.

Specchio critico dei giorni nostri si pone però sempre in chiave positiva e sistematicamente costruttiva in un momento difficile, in cui si ricorre spesso al facile vittimismo.

Curato nelle sonorità e negli arrangiamenti si dimostra un lavoro maturo e cosciente conservando però intatta la freschezza e l’entusiasmo di un percorso appena iniziato.

           

      Il progetto ospita numerosi artisti, in ordine sparso:

Franco Ciccio LiCausi (Piero Pelù, Litfiba, Roy Paci, Negrita), Andrea Chimenti, Alessandro Moretti (Ottavo padiglione, Carlo Monni, Moro quartet), Simon Chiappelli (Paolo Benvegnù, Kiddy Car), Francesco Moneti (Modena City Ramblers e molti altri), Francesco Chimenti (Sycamore age), Marco Kyano Chianucci (Kabila, Orchestra sinfonica città di Grosseto), Riccardo Sensi (Thank you for the drum machine), Mirko Piesse Speranzi (Kabila), Manuel Schicchi (Vanessa Peters, Lamente), Adriano Nano Checcacci (Kabila, Paolo Benvegnù, Banda Improvvisa, OMA), Angela Angie CardetiAlighiero Cartocci DJ Alibù

 

    CHI SIAMO:

Francesco Giano Lombardi: voce, cori, armonica, piano, percussioni

Nicola Sistola Bonolis: synth, moog, piano, teremin, eko tiger

Luca Basil Praticò: chitarre

Gabriele Cato Polverini: voce, cori, chitarre, lap steel, percussioni

Andrea Oby Irato: basso

Roberto Breda Bardelli: batteria